frizioni e bagni per riconnettersi e per dimagrire

In questi giorni sono sensibile al freddo stagionale e mi vesto con diversi strati di abiti. In ufficio tengo addirittura la sciarpa per sentirmi più protetta.

Durante queste giornate corte e fredde vorrei ritirarmi in un bozzolo e rischio di perdere via via coscienza di me e di ritrovarmi in primavera disorientata. In passato mi sono ritrovata appesantita e stanca con i pri mi tepori della primavera, proprio perché mi son nascosta a me stessa durante i lunghi mesi freddi. In estate abbiamo la pelle esposta all’aria, libera dai vestiti pesanti e con la bella stagione è più immediato il bisogno di curare l’aspetto. Ci preoccupiamo di essere abbronzati, depilati, esfoliati e morbidi.

In inverno però mi accorgo che la cura della pelle è ancora più importante per non perdere il contatto con il corpo che è così nascosto e coperto.

Una delle abitudini che ho imparato in Giappone è il rituale del bagno, dove il lavarsi diventa momento di purificazione fisica e mentale ed è un’importante occasione per ritrovarsi. Amo questa pratica perché è essenziale e naturale. Servono elementi semplici come l’acqua, i sali, un olio vegetale, una spugna di luffa e un po’ di sapone. Ci si spazzola e massaggia dalla testa ai piedi per rimuovere la stanchezza e riattivare l’energia sotto la pelle. A me piace farlo con una spugna vegetale ruvida, oppure uso del sale integrale mescolato a dell’olio di cocco o di mandorle. E’ anche una pratica meditativa e di concentrazione. Ci si lava con cura, con attenzione e con un certo vigore. La mente è presente nella frizione del corpo e si riprendere coscienza del proprio essere e dello spazio occupato.

Lavando via le impurità, massaggiando la pelle dalla testa ai piedi, la mente si purifica insieme al corpo. Le distrazioni e la stanchezza si attenuano con il semplice essere lì, presenti a noi stessi. In Giappone dopo essersi lavati ci si immerge nella vasca di acqua molto calda, senza sapone. Le vasche sono corte ma profonde così che si rimane seduti con l’acqua fino al mento. E’ una sensazione così rilassante che pare di sciogliersi .

I giapponesi sono maestri in quest’arte e non lasciano passare un solo giorno senza fare il bagno. A noi sembra meno fattibile dedicare del tempo quotidiano ai rituali del bagno che non siano una doccia veloce e la toeletta necessaria, ma vale la pena dedicarsi a questa pratica il più spesso possibile, soprattutto in inverno.

I benefici che ne traggo sono paragonabili ad una giornata di vacanza e quando mi riconnetto con il mio corpo mi sento:

• Più consapevole di me stessa • Cosciente dei cambiamenti del mio corpo giorno per giorno •  In armonia corpo-mente • In uno stato di diffuso benessere e di rilassamento

Questi effetti sono preziosi anche per rimanere sani, magri e in forma perché:

Meno stress = più difese immunitarie = più salute Meno stress= meno percezioni alterate dell’appetito = maggiore consapevolezza di sé e dei propri bisogni Più cura del corpo = migliore percezione di sé Maggiore contatto con gli elementi naturali = più armonia tra il nostro organismo e l’ambiente esterno

Il rito del bagno e del frizionare la pelle è un valido alleato per chi vuole dimagrire naturalmente e rimanere consapevole e in armonia durante il percorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *