L’unico modo per cambiare è farlo ora

Cambiare un aspetto della propria vita, un comportamento o un’abitudine sembra un processo lungo invece è questione di un attimo.

Programmare una dieta, promettere che non mangeremo più dolci, che ci iscriveremo in palestra, sono tutte idee proiettate nel futuro per le quali non possiamo dare nessuna garanzia.

L’unico momento in cui posso fare qualcosa è il momento presente

Quando voglio cambiare un aspetto della mia vita, ogni volta che mi viene in mente il mio proposito, faccio subito qualcosa che sia attinente ad esso. Ad esempio nel progetto dieta zen, quando penso a cosa cambiare per sentirmi più leggera e in forma, cerco subito di migliorare la postura, alzarmi o muovermi.

In questo modo i piccoli singoli gesti necessari al grande cambiamento entrano nella quotidianità gradualmente ma incisivamente.

Un tempo pensavo spesso durante la giornata a cosa preparare da mangiare, a cosa sarebbe stato giusto mettere nel piatto e alle quantità adatte. Alla fine però, quando arrivava il momento del pranzo, la mia mente era distratta e pensieri di sabotaggio mi portavano a mangiare tutt’altro. Ora lascio andare i pensieri relativi al cibo se non sono attinenti al momento presente; in altre parole se non sto facendo la spesa, cucinando o mangiando, penso ad altro.

Massimizzo invece le mie intenzioni nel presente, concentrandole al momento opportuno.

La difficoltà è quella di ricordarsene e per questo bisogna solo allenarsi. Durante il giorno ogni momento è buono per chiedersi : “cosa posso fare in questo preciso istante per realizzare il mio cambiamento ora?”

E’ un mantra potente che ti porta all’effettivo compimento di quello che vuoi essere proprio ora.

Penso di aver già ottenuto il cambiamento

Per quel che mi riguarda, pensare di essere all’inizio di un processo mi rende impaziente e nervosa. Se invece sto modificando delle abitudini della mia vita, guido la mente verso l’idea che sono già impostata sul mio ideale e che sto già facendo quello che è il mio proposito. Se per esempio volessi smettere di fumare, penserei ( dal momento che ho spento l’ultima sigaretta ) che sono già una non-fumatrice e mi concentrerei sulle sensazioni benefiche che questa condizione mi porta. Se il mio intento è quello di meditare tutti i giorni, invito la mia mente a vedermi già come una persona che dedica del tempo ogni giorno a meditare e mi sento contenta e realizzata per questo.

Nei momenti di confusione, per ritrovare il mio centro, respiro e mi concentro sull’immagine di me come desidero che sia: – mangio per appetito, lentamente e con gusto – faccio yoga, corro e mi muovo per sentirmi bene – mi vesto sempre al meglio per piacermi – mi prendo il tempo per rilassarmi e per meditare

L’immagine che vedo mi piace molto e in effetti sono tutte cose che sto già facendo da più o meno tempo. In questo modo consolido un modo di essere anche nella mia mente per renderlo di facile realizzazione nella realtà.

Provaci anche tu e fammi sapere come è andata.

alla prossima,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *